Giovedì, 28 Settembre 2017 23:02

Domenica 5 novembre è Giardino del Bio. A Taranto. In via Mignogna

Nuovo appuntamento con il mercatino di prodotti biologici e da agricoltura sostenibile promosso da Legambiente a Taranto per dare un contributo concreto alla diffusione del consumo di prodotti biologici, promuovendo l'incontro tra consumatori consapevoli e produttori che, non facendo uso di pesticidi, si impegnano a curare l'ambiente e la salute di tutti.

Le forme di industrializzazione dell'agricoltura del Novecento sono tra i principali responsabili di molti degli attuali, più gravi squilibri ambientali del pianeta: cambiamenti climatici, minore disponibilità di acque di falda e di superficie, impoverimento del suolo, deforestazione, erosione genetica, forzatura della maturazione e della stagionalità dei prodotti con perdita dei sapori, cibi contaminati da residui chimici pericolosi per l'uomo e l'ambiente.
Oggi possiamo spezzare questa dinamica e trasformare l'agricoltura in un prezioso alleato per affrontare le grave crisi ambientale e creare un'economia sostenibile. Un'agricoltura già all'opera, praticata da molti produttori italiani ed europei attenti ai processi naturali, alla complessità e alla specificità locale degli ecosistemi, capaci di innovare, sperimentare nuove tecnologie senza perdere mai di vista gli antichi saperi della cultura rurale. Il principale motore di questo cambiamento sono l'agricoltura biologica, l'agricoltura biodinamica, e in genere le mille forme di agricoltura legate alle vocazioni dei territori.

Il fatturato del biologico italiano registrato fra aprile 2016 e marzo 2017 ammonta a 1,33 miliardi di euro, con le vendite aumentate nello stesso periodo del 19,7%. Diventano così cinque milioni le famiglie che acquistano abitualmente bio, sempre più spesso nei supermercati: un milione in più solo nell'ultimo anno. Cresce anche la superficie agricola utilizzata destinata al biologico, arrivata al 12% del totale nazionale. Numeri che testimoniano una realtà in costante crescita. E che ci dicono quanto gli italiani siano sempre più attenti a quello che mangiano.

Anche a Taranto:  il  crescente successo del Giardino del Bio  sta lì a dimostrarlo concretamente, senza bisogno di molte parole.

Domenica 5  novembre,  a partire dalle ore 9 , in via Mignogna (trapiazza Immacolata e Corso Umberto, troverete ad attendervi ... verdura, frutta, farine, latticini, formaggi, vino, olio, pasta, legumi, pane, e... tanto altro ancora: cibi biologici, sani, gustosi, senza OGM .

Al Giardino del Bio con Legambiente ci saranno:
Giuseppe Bonora, dell'omonima azienda agricola di Castellaneta
Chiara Soluna e Vito Castoro, dell'AgricoLa Leggera di Miglionico
Pasquale Germano, dell'omonima azienda agricola di Rotondella
Maria Stellato, titolare di azienda agro-zootecnica casearia di Chiaromonte
Paolo Casulli, del 'azienda casearia Nuovo Muretto di Putignano
Antonio Bernardi, dell'azienda agricola Clarabella, di Castellaneta Marina
Maria Cristina Maragno, dell'Uovo di Dulcinea di Montescaglioso
Nicola Ierinò, dell'omonima azienda agricola di San Mauro Forte
Maria Castoro, della Masseria La Fiorita di Matera
Francesco Colafemmina, dell'apocoltura La Pecheronza di Acquaviva delle Fonti

Articoli correlati

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy