L'Industria

L'Industria

Giovedì, 15 Marzo 2012 01:00

Interpellanza Ilva del 15 Marzo 2012

CAMERA DEI DEPUTATI Resoconti - Seduta n. 605 di giovedì 15 marzo 2012 Svolgimento di interpellanze urgenti (ore 13,50). (Elementi ed iniziative di competenza in relazione agli sviluppi delle indagini sulle emissioni di sostanze pericolose ed inquinanti da parte dello stabilimento Ilva di Taranto - n. 2-01400 Bratti,, Vico, Mariani, Franceschini).   PRESIDENTE. Il sottosegretario di Stato per l'ambiente e la tutela del territorio e del mare, Tullio Fanelli, ha facoltà di rispondere. TULLIO FANELLI, Sottosegretario di Stato per l'ambiente e la tutela del territorio e del mare. Signor Presidente, in risposta…
Già esposti al ministro dell’ambiente Corrado Clini e ai rappresentanti degli Enti Locali.   Il 29 febbraio Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente, ha scritto al Ministro Clini una lettera in cui presentava in sintesi la situazione dell’ILVA di Taranto e chiedeva la riapertura dell’AIA alla luce degli ultimi avvenimenti e in particolare della relazione del CTU resa nota nei giorni scorsi. Il 9 marzo Cogliati Dezza è tornato a scrivere al Ministro inoltrando la nota anche al Presidente della Regione Vendola, al Presidente della Provincia Florido e al…
Legambiente: il ricorso dell’ILVA è infondato sia in fatto che in diritto. Confidiamo che questa volta il TAR voglia accogliere le tesi difensive delle parti resistenti anche perché l’accoglimento del ricorso ILVA sarebbe, nella situazione attuale, davvero paradossale .   Oggi dinanzi al Tar Puglia sede di Lecce si è svolta l’udienza di Camera di Consiglio sulla istanza di sospensiva avanzata dall’ILVA S.p.A.. Neppure in un momento drammatico come l’attuale, nel quale emergono elementi di tale gravità che dovrebbero indurre tutti ad una riflessione più approfondita circa le modalità con…
Circolo di Taranto    Taranto, 31 gennaio 2012 COMUNICATO STAMPA “I periti confermano quanto sostenuto da Legambiente in tutte le sedi e cioè che sono necessarie misure decisamente più’ rigorose per contenere il massiccio carico inquinante provocato dall’Ilva. L’azienda, da parte sua, con il ricorso al Tar contro l’Aia vuole “ammorbidire” le già insufficienti prescrizioni. Adesso Istituzioni e Ministero non possono far finta di niente e devono pretendere l’adozione di tecnologie e pratiche operative che minimizzino le emissioni.” Questo il commento di Lunetta Franco e Leo Corvace del Circolo tarantino di…
COMUNICATO STAMPA Legambiente, nella circostanza rappresentata dagli avv. Massimo Moretti ed Eligio Curci, si è costituita nei giorni scorsi in sede di TAR di Lecce in opposizione al ricorso che l’ILVA ha presentato con l’intento di ottenere l’annullamento delle prescrizioni più rigorose che le sono state imposte nell’A.I.A.. “Un tentativo” - dichiarano Lunetta Franco e Leo Corvace del circolo Legambiente di Taranto, “per sminuire ulteriormente la portata di un’autorizzazione nei cui confronti abbiamo già espresso, con le nostre osservazioni presentate al Ministero dell’Ambiente e con interventi in tutte le sedi,…
Pagina 21 di 21

Articoli correlati

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy