L'Industria

L'Industria

Domenica, 11 Dicembre 2016 20:23

Taranto, aria migliore non è ancora aria buona

Colpiscono, nelle Conclusioni generali dello studio di biomonitoraggio e tossicità degli inquinanti presenti nel territorio di Taranto dell'Istituto Superiore di Sanità, le reiterate indicazioni circa la presenza di sostanze tossiche con conseguenze dannose sulla salute dei cittadini unite alla mancanza di una specificità tarantina rispetto ad altre realtà urbane inquinate. Lo studio, diviso in quattro parti, è scaricabile dagli allegati; ne riportiamo alcuni passaggi "... i risultati dei test in vitro di immunotossicità, potenziale pro-infiammatorio e genotossicità confermano la presenza di sostanze genotossiche, immunotossiche e con potenziale pro-infiammatorio nel particolato aerodisperso…
La conclusione della negoziazione tra la famiglia Riva e Ilva, con una compensazione di 1 miliardo e trecento milioni destinati al "risanamento di Taranto ed Ilva", secondo quando annunciato dal capo del Governo, è – finalmente - una buona notizia."Attendiamo di conoscere maggiori particolari, sia relativi alla effettiva destinazione di tale somma che al momento e alle modalità in cui la sua disponibilità diventerà reale, per comprenderne l'impatto concreto; indubbiamente il loro arrivo segnerebbe un momento di svolta, a lungo atteso dalla città" dichiara Lunetta Franco, presidente di Legambiente Taranto…
Al Presidente Emiliano e al nuovo Direttore Generale di ARPA Puglia, dottor Vito Bruno, chiediamo di conoscere, con urgenza, a che punto è l'iter che consentirà di procedere alle assunzioni in ARPA Puglia previste dall'ultimo decreto Ilva con cui è stata finalmente disposta la deroga in tema di assunzioni di personale da destinare alle attività di vigilanza, controllo, monitoraggio ed agli accertamenti tecnici riguardanti l'attuazione del Piano ambientale Ilva.Si tratta di una richiesta sottoposta da Legambiente all'esame del Parlamento sin dal gennaio 2015, in sede di discussione del precedente decreto…
Domenica, 09 Ottobre 2016 21:25

Ilva: aspettando Godot

Legambiente: Il tempo delle parole è scaduto; il Governo fissi termini ultimativi per l'uso degli impiantiDi fronte al contenuto ed ai toni dei dibattito sviluppatosi negli ultimi giorni viene spontaneo trovare un parallelismo tra la situazione di Taranto e il dramma di Beckett.Non sappiamo se il Sindaco di Taranto arriverà ad emettere una ordinanza volta alla chiusura dello stabilimento Ilva di Taranto e se la stessa, nel caso, avrà effettivamente efficacia. Sono diversi gli elementi che pongono interrogativi in tal senso, a partire dalla lunga sequela di sentenze emesse dal TAR…
La Corte di Assise di Taranto, con l'ordinanza del 4 ottobre, ha accolto la richiesta di costituzione di parte civile di Legambiente anche nei confronti di ILVA, RIVA FIRE e RIVA FORNI ELETTRICI, società imputate nel processo Ilva per disastro ambientale dei medesimi reati addebitati ai loro amministratori secondo le regole dettate dalla legge 231 del 2011 che ha introdotto nel nostro sistema la cosiddetta responsabilità penale delle persone giuridiche (Enti, aziende).La legge, estremamente innovativa quanto sinora scarsamente applicata, soprattutto nel nostro territorio, ha inteso punire, con una pena naturalmente…
Stamattina, in un incidente all'Ilva, all'Altoforno 4, è morto Giacomo Campo, un operaio che stava lavorando su un nastro trasportatore fermato durante la notte per consentirne la riparazione. Le cause dell'incidente sono ancora ignote. Mentre ci uniamo al dolore dei suoi familiari chiediamo che vengano appurate al più presto le cause di quanto è accaduto per individuare eventuali responsabilità.Ma al di là di cause e responsabili, resta il dolore e la follia di un'ennesimo morto sul lavoro in una fabbrica commissariata, con impianti sotto sequestro, oggetto di dieci decreti legge. A giugno…

Articoli correlati

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy