L'Industria

L'Industria

«È scandaloso che i Riva tentino in tutti i modi e ancora una volta di opporsi al risanamento ambientale dello stabilimento siderurgico di Taranto. Ma soprattutto è vergognoso che si oppongano a una delle misure che consideravamo con più favore fra quelle contenute nel Piano Ambientale e cioè l'adozione del preridotto».È questo il commento di Stefano Ciafani, Francesco Tarantini e Lunetta Franco, rispettivamente vice presidente nazionale di Legambiente, presidente di Legambiente Puglia e presidente del Circolo Legambiente di Taranto, in seguito al ricorso della Riva Fire depositato al Tar del…
I dati aggiornati dello studio epidemiologico Sentieri non costituiscono, purtroppo, una sorpresa. Così come la conferma fornita dall'Istituto Superiore di Sanità, di eccessi di rischi per le patologie per le quali è verosimile presupporre un contributo dalle contaminazioni ambientali.A fronte della loro pubblicazione, dichiarano Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia, e Lunetta Franco, presidente di Legambiente Taranto, ribadiamo che per Ilva la Valutazione del Danno Sanitario va fatta secondo i criteri della legge Regionale pugliese, più restrittivi rispetto alle "maglie larghe" della normativa nazionale e chiediamo al Governo di intervenire…
Giovedì 19 giugno all'udienza preliminare del processo ILVA, Legambiente Nazionale e Legambiente Puglia, quest'ultima anche in rappresentanza del Circolo Legambiente di Taranto, tramite i loro legali di fiducia Avv. Eligio Curci e Avv. Ludovica Coda, si costituiranno parte civile - in relazione a tutti i capi d'imputazione contestati dalla Procura - contro gli imputati che nel corso degli anni hanno operato attivamente o non hanno impedito il perpetuarsi di una gravissima situazione di danno ambientale che ha determinato e determina ancora oggi una pesantissima compromissione del territorio, delle risorse naturali…
"La decisione di sostituire i vertici della struttura commissariale dell'Ilva è davvero un pessimo segnale da parte del governo Renzi sull'auspicato risanamento ambientale del polo siderurgico tarantino. Questo atto dell'esecutivo fa ulteriormente aumentare la già forte preoccupazione per la vicenda Ilva e il destino della città di Taranto". È questo il commento di Stefano Ciafani, vicepresidente nazionale di Legambiente, sulla nomina di Piero Gnudi come nuovo commissario dell'azienda di proprietà della famiglia Riva.Il commissariamento dell'Ilva di Taranto, deciso lo scorso anno e concretizzatosi con la nomina di Bondi e del…
Lunetta Franco, presidente di Legambiente Taranto riassume così il giudizio dell'associazione: "Il Piano Ambientale per l'Ilva presenta un preoccupante quadro di incertezze nei tempi di attuazione, che risente della carenza di liquidità a disposizione del Commissario e che mal si concilia con l'esigenza prioritaria della tutela della salute di cittadini e lavoratori. Quanto alle prescrizioni, molte proposte che gli esperti nominati dal Ministro per l'Ambiente avevano formulato in sede di revisione della loro prima ipotesi di piano – a seguito delle osservazioni del pubblico interessato - non sembrano essere state…
La Corte dei Conti ha dato parere positivo al piano ambientale per l'azienda siderurgica Ilva. L'annuncio è venuto dal ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti e dal  sub commissario dell'Ilva Edo Ronchi. Adesso si attende la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale e, a seguire, l'ufficializzazione del piano industriale sul quale il commissario dell'Ilva, Enrico Bondi, dovrà chiedere l'aumento di capitale innanzitutto alla famiglia Riva.Il via libera arriva dopo  45 giorni dal Consiglio dei Ministri che ha approvato il "Piano delle misure e delle attivita' di tutela ambientale e sanitaria" per l'Ilva di Taranto,…

Articoli correlati

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy