Rifiuti

Rifiuti

Ecco i dati percentuali della Raccolta Differenziata in Puglia nel 2014, pubblicati sul portale della Regione Puglia: Gennaio, 24.71%. , Febbraio, 25.21%. , Marzo, 26.66%. , Aprile, 26.59%. Cifre ancora insoddisfacenti (con molti comuni che non hanno ancora trasmesso i dati  di marzo e di aprile) che testimoniano di una crescita  lenta.E a Taranto? Gennaio11,49% , Febbraio 11,35% ....  Aprile 11,50%: Sul portale non ci sono ancora i dati di maggioSono comunque cifre bassissime, addirittura inferiori a quelle registrate nel 2013 dove si registrarono percentuali a gennaio del 13,97% e a febbraio del…
La bellezza  di una città dipende da tutti, nessuno escluso.Le immagini che trovate negli allegati sono piccole testimonianze di un'incuria e di un'inciviltà diffuse. Di un disinteresse assoluto per la "cosa pubblica", comune a tanti concittadiniTaranto, purtroppo, è anche questo.Noi continuiamo a non rassegnarci, a chiedere a ognuno di "fare la sua parte".A cominciare dalla Raccolta differenziata dei rifiuti, questione annosa e dolente, che continua a vedere la nostra città ferma a percentuali risibili.L'altra faccia dello stesso problema. 
La Giunta regionale ha dato l'ok alla compatibilità paesaggistica per la discarica in località le 'Grottelline' a SpinazzolaLegambiente: «È una follia fare di un'area di eccezionale valore storico, naturalistico, culturale e archeologico un deposito di monnezza»All'indomani della seduta di Giunta regionale, che ha dato l'ok alla compatibilità paesaggistica per l'impianto di rifiuti urbani nel territorio del Comune di Spinazzola, Legambiente Puglia ribadisce il suo secco 'no' alla realizzazione della discarica in località le 'Grottelline'.«L'impianto ricadrebbe in un'area prossima al Parco Nazionale dell'Alta Murgia, a pochi passi dai resti del Castello…
Legambiente, con il Centro di coordinamento Raee, presenta il dossier I pirati dei RaeeFrigoriferi e scaldabagni guasti, televisori con tubo catodico, telefonini, pc e stampanti ma anche giocattoli e lampadine giunti a fine vita compongono una percentuale sempre crescente dei nostri rifiuti. Rifiuti che però richiedono particolari attenzioni per lo smaltimento al fine di recuperare i materiali pregiati attraverso l'industria del riciclo, evitare i danni ambientali con la contaminazione del terreno e delle falde e tutelare la salute umana minacciata anche dalle attività di smontaggio se condotta in modo illecito.Nel…
La diossina rilevata nel latte di un allevamento massafrese - sebbene sia ancora da accertarne l'origine – non può che essere considerata l'ennesimo elemento della criticità di un territorio che non può più sopportare alcun ulteriore carico ambientale anche in considerazione del fatto che già sono stati rilevati superamenti dei livelli di diossina e furani nella zona "Parco di guerra" di Massafra,Legambiente ribadisce pertanto il suo no senza se e senza ma ad un progetto paradossale e insostenibile, contrario ai vincoli urbanistici e agli obiettivi di raccolta differenziata.Il raddoppio del…
Taranto continua, sia pure in compagnia degli altri capoluoghi di provincia pugliesi, a brillare con dati di raccolta differenziata assolutamente negativi. Meno del 13% nel 2012.Con la raccolta "porta a porta" avviata a Lama - che finalmente comincia a dare i suoi frutti - anche i dati complessivi dovrebbero fare un altro "passetto" in avanti: ma è davvero troppo poco. Eppure – altrove – le cose si fanno. Bastano gli esempi, per restare nel Sud d'Italia, di Salerno che ha raggiunto il 70% di raccolta differenziata in meno di due…
Pagina 5 di 7

Articoli correlati

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy