La Città

La Città

Puntuale come ogni estate torna SPIAGGE PULITE, la storica campagna di Legambiente, che ci ricorda che avere spiagge e mare puliti è un nostro diritto! Quest'anno Legambiente  Taranto ha scelto la spiaggia di Lido Bruno per  la tradizionale pulizia della spiaggia e per sensibilizzare tutti a comportamenti civili ed ecosostenibili.Ma Spiagge Pulite si svolge a Lido Bruno anche per tornare ad accendere i riflettori sulla condotta sottomarina del depuratore Gennarini.La questione è direttamente collegata alla vicenda Ilva. L'AIA del 2011, recependo le indicazioni della Regione Puglia, ha prescritto all'azienda l'uso dei reflui…
Agricoltura di qualità, rinnovabili, politiche culturali. A Taranto c'è un'altra economia, quasi invisibile, cresciuta all'ombra dell'Ilva, che punta alla sostenibilità e chiede un futuro diverso per la città. La Nuova Ecologia di maggio porta i suoi lettori nell'arco di Puglia che scende dalle Murge fino allo Ionio per raccontare sette storie di rinascita che uniscono la bellezza e la forza del territorio e che potrebbero rappresentare un'alternativa al modello dell'industria pesante. Il servizio è scaricabile dagli Allegati ."Taranto è, nell'immaginario collettivo, sinonimo di inquinamento, malattie, morti. E' la provincia con 115.000…
Giovedì, 03 Aprile 2014 17:49

BASTA CEMENTO! Bocciate il Piano Cimino!

10 anni dopo il suo NO al Progetto "Sircom" Legambiente ribadisce la sua netta opposizione a nuove rovinose cementificazioni e chiede al Consiglio Comunale di bocciare il Piano Cimino.Circa 10 anni dopo la bocciatura del progetto SIRCOM da parte del Consiglio Comunale ci riprovano: l'area di Cimino è nuovamente sotto tiro. Come 10 anni fa.Come allora, Legambiente ribadisce il suo fermo NO a una nuova rovinosa colata di cemento.Il progetto costituirebbe un'espansione urbanistica della città del tutto deleteria sotto l'aspetto sociale ed urbanistico. Comporterebbe, infatti, un ulteriore consumo di suolo a fini…
In otto a processo per l'inchiesta sul Tartarugaio, sequestrato a luglio dell'anno scorso dalla Guardia di Finanza. Si tratta di  dipendenti e dirigenti del Comune di Taranto:   Antonio Liscio, Cosimo De Leonardis, Silvio Rufolo,  Pasquale Manfreda, Cataldo Russo, Fabio Massimo Fago, Antonio Mancinio, e del progettista della prima e seconda variante, l'ingegner Gianfranco Tonti. Il processo inizierà il 2 luglio.Legambiente aveva espresso la sua assoluta contrarietà alla realizzazione dell'opera e denunciato pubblicamente  l'intervento, definito fin dall'inizio come "un indesiderato e velenoso fungo" .Di tutto la Città Vecchia di Taranto aveva…
Ancora un crollo in Città Vecchia.Legambiente Taranto condivide l'appello dell'Ordine degli Architetti di Taranto affinché si mettano in campo con urgenza tutte le azioni necessarie per porre fine a questo vero e proprio disastro.Ancora... un crollo nella città vecchia di Taranto. Dopo i crolli degli ultimi mesi che hanno visto sgretolarsi alcuni stabili già pericolanti della parte più degradata dell'isola, il crollo di un nuovo edificio sveglia il sonno dei pochi abitanti ancora residenti nella città vecchia. Un altro edificio che sparisce, un altro pezzo di storia del nostro centro…
Sabato, 25 Gennaio 2014 19:05

Parcheggio Cimino: un monumento al nulla?

L'incredibile storia di cento alberi in meno, delle "linee veloci" scomparse, di un parcheggio (che nessuno voleva più gestire) cui si cerca di dare un senso ........ e di un'Amministrazione Comunale che non risponde più...I lavori di costruzione del parcheggio a Cimino sono – da tempo- praticamente terminati.Quello che pochi ricordano è che nell'area dove è stato realizzato il parcheggio erano presenti, oltre agli olivi che ci sono ancora, i 100 pini piantati dai volontari di Legambiente e dai ragazzi degli istituti superiori tarantini Cabrini, Lisippo, Righi e Vittorino da Feltre che…

Articoli correlati

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy