Martedì, 29 Novembre 2011 01:00

manutenzione e riqualificazione verde urbano: Lettera al Comune di Taranto

Nel mese di settembre 2011 si è tenuto un incontro informale tra il nostro Circolo e il Dott. De Roma ed il Dott. Crisanti.

In quella sede abbiamo avuto modo di confrontarci su alcuni degli argomenti che ci stanno particolarmente a cuore in tema di verde urbano ed in relazione ai quali ci appare urgente che codesta Direzione programmi interventi adeguati alle problematiche evidenziate.

Ciò premesso, con la presente intendiamo riepilogare i punti salienti di quell’incontro e i suggerimenti da noi espressi in merito:

gli interventi di potatura devono essere effettuati “esclusivamente” laddove “indispensabili” e nell’assoluto rispetto sia delle buone pratiche forestali sia del regolamento del verde; gli stessi, inoltre, non devono riguardare indiscriminatamente tutti gli esemplari insistenti in ogni strada oggetto dell’intervento ma solo quelli per i quali sussista una reale esigenza accertata, e definita nei termini operativi, anche con l’ausilio di un Dott. Agronomo-forestale della cui professionalità da tempo riteniamo opportuno che l’Amiu si avvalga. Si ricorda inoltre l’art. 9 del regolamento del verde va corretto, perché riporta che le palme vanno potate nei mesi estivi IN NETTO CONTRASTO con le disposizioni della Regione.

1)È necessario che si programmi, a brevissimo, un incontro con i Vigili Urbani per responsabilizzarli sulla necessità che venga effettuato un attento controllo sul rispetto delle norme del regolamento del verde e di adottare, ove necessario, le misure sanzionatorie ivi previste;

2)È necessario intensificare le operazioni di sfalcio in tutte le zone della città (bordi strada, rotatorie, aree incolte, aree verdi, etcc.) anche al fine  di migliorarne l’immagine;

3)Occorre innaffiare adeguatamente le piante e gli alberi più fragili soprattutto nei mesi estivi;

4)Il Comune deve dare incarico all’Amiu di  lavorare con adeguati macchinari il terreno delle numerose rotatorie presenti in città . Le stesse dovrebbero essere riempite con terra  fertile allo scopo di renderle utilizzabili per piantumazioni ad opera del comune stesso, di associazioni o di cittadini che vogliano abbellire il loro quartiere, cosa che, segnaliamo, ci viene spesso richiesta;

5)Necessità di sistemare le numerose aree incolte della Città programmando la piantumazione di essenze mediterranee che, come tali, non richiedono una complicata e dispendiosa manutenzione;

6)Trapiantare gli alberi di limoni, costretti attualmente a vivere  nei vasi di Via Di Palma, nell’area verde situata all’ingresso della villa Peripato, lato Via Viola, al fine di creare una particolare area verde e nel contempo consentendo alle stesse piante un adeguato sviluppo;

7)Iniziare gli interventi di manutenzione straordinaria della Pineta di Marechiaro (San Vito) secondo le prescrizioni del nostro socio Dott. Valentino Traversa contenute nella relazione che è già in vostro possesso e di cui abbiamo avuto modo  di parlare in precedenti incontri.

Ci auguriamo che le nostre proposte, già in buona parte condivise in occasione del suddetto incontro, non rimangano lettera morta e siano prontamente attuate affinché  si possa continuare a lavorare insieme, in uno spirito di proficua collaborazione. per una città più verde e più pulita.

 

Articoli correlati

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy