Lunedì, 15 Ottobre 2018 16:05

Pesca al rifiuto domenica 11 novembre

Domenica 11 novembre vedra' impegnati  in mare i gruppi sub, le scuole sub e le associazioni in stretta collaborazione tra loro e, a terra, i volontari di Legambiente ed i cittadini che vorranno unirsi a loro,  in una giornata  dedicata alla cittadinanza attiva ed al rispetto dell'ambiente. 

Sara' infatti organizzata una vera e propria ricognizione dei rifiuti  in mare lungo il litorale antistante il lungomare tarantino partendo alle ore 9.00 dal molo Santa Lucia, designato peraltro  anche come punto di ritrovo  conviviale a fine attività  nonche' utilizzato come base operativa e logistica per l' evento avendo a disposizione spogliatoi con docce e il giusto accesso al mare.

Per chi non si tuffa....l'appuntamento  sarà invece  alle ore 9.30 a Lungomare, (all'altezza di via Cavallotti, all'ingresso del viale che corre lungo la scarpata) per una pesca al rifiuto .... a terra

Sarà un modo per sensibilizzare non solo la gente di mare, ma tutti i cittadini, al rispetto dell'ambiente in cui viviamo, alla raccolta differenziata ed al  corretto smaltimento  dei rifiuti, a partire dalla plastica che  costituisce la tipologia di rifiuto più presente  sia nelle acque marine che sulle spiagge. 

Se non si interverrà in maniera decisa, secondo le più recenti proiezioni scientifiche, nel 2050 in mare si saranno più rifiuti di plastica che pesci.  E il Mediterraneo è una delle aree più colpite al mondo: ogni giorno finiscono in mare ben 731 tonnellate di rifiuti e  la  loro concentrazione , in alcune aree, è comparabile a quella delle cosiddette "isole galleggianti" dell'Oceano Pacifico. Questo è dovuto principalmente alla sua struttura: essendo esso un bacino semichiuso con ridotti scambi d'acqua con l'Oceano Atlantico, accumula al suo interno un enorme quantitativo di rifiuti galleggianti e non. 

E' ora di voltare pagina!



Articoli correlati

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy