Lunedì, 05 Febbraio 2018 20:07

Sulle sponde del Galeso. Domenica 18 febbraio. Con Legambiente

Il Galeso è l'unico corso d'acqua che sfocia nel primo seno del Mar Piccolo.
Celebrato  da Virgilio - che lo chiamava niger, cioè ombroso, o scuro- e da Orazio - che ne cantava le "dolci acque":
Una delle "Delizie Tarantine" per Tommaso Niccolò D'Aquino . 
Raggiunge il mare con un percorso di 900 metri, e la sua sorgente sgorga da un ampia polla che viene a trovarsi in una lieve depressione del suolo .

Doveva diventare  il fulcro di un Bioparco Letterario: oggi le sue acque sono inquinate, come hanno confermato le analisi  fatte da Legambiente l'anno scorso con Goletta Verde.

Molti tarantini ne hanno solo sentito parlare, tanti non si sono mai inoltrati lungo le sue rive. 
Noi ne percorreremo le sponde, dalla sorgente alla foce, e i terreni limitrofi,  domenica 18 febbraio, dedicando tutta la mattinata ad  una "ricognizione"  dello stato dell'area. Ci accompagnerà Vito Crisanti, dottore forestale, naturalista, paesaggista, già direttore della Riserva Naturale Palude la Vela: ci racconterà del Parco  che ci doveva essere .... e che non c'è .

Per partecipare
La "ricognizione" dell'area del Galeso è pensata per un numero non eccessivo  di partecipanti: per prendervi parte bisogna inviare una mail entro la sera di venerdì 16 febbraio  a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando un recapito telefonico in modo da poter essere contattati e ricevere la conferma. 

Per chi viene in auto il raduno è alla Discesa Vasto alle ore 9.  Come sempre,  utilizzeremo "mezzi propri" mettendoci d'accordo per utilizzare il minor numero possibile di auto . Chi non ha la disponibilità dell'auto avvisi al momento della prenotazione in modo da poterci organizzare.

Per tutti l'appuntamento  è alle ore 9.15 nei pressi del ristorante Il Faro  da cui ci sposteremo a piedi
Rientro previsto: ore 13.

Articoli correlati

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy