Giovedì, 13 Giugno 2019 20:16

Il mare più bello 2019, ecco tutte le vele

Spiagge indimenticabili, acque cristalline, escursioni, passeggiate, luoghi d'arte che meritano una visita speciale, eccellenze enogastronomiche. Tutto amabilmente intrecciato a una gestione sostenibile del territorio e un'offerta turistica di qualità.
 Tutto questo è raccontato ne Il mare più bello 2019, la Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano.
Quest'anno la Puglia si conferma, per numero di vele, al terzo posto nella classifica delle regioni dopo Sardegna e Sicilia: in totale sono 12 i comprensori pugliesi che rientrano nella Guida Blu 2019. 

Quelli premiati con le 5 vele sono: il nuovo comprensorio turistico dell'Alto Salento Jonico composto dai Comuni di Nardò, Gallipoli, Porto Cesareo e Racale - premiato per la prima volta con le 5 vele -  Riconfermati i due comprensori turistici dell'Alto Salento Adriatico, in cui ricadono i Comuni di Otranto, Melendugno e Vernole e della Costa del Parco Agrario degli Ulivi Secolari, che comprende Polignano a Mare, Fasano, Monopoli, Ostuni e Carovigno.

Ottengono  4 vele: il Basso Salento Adriatico (che comprende Castro, Andrano, Diso, Tricase e Santa Cesarea Terme), Gargano Sud (Mattinata, Vieste, Monte Sant'Angelo), il Litorale Tarantino Orientale (Manduria, Maruggio e Pulsano), le  Isole Tremiti;

A 3 vele arrivano  Basso Salento Ionico (Salve, Ugento), Capo di Leuca (Patù, Castrignano del Capo, Gagliano del Capo), Gargano Nord (Chieuti, Lesina, Peschici, Sannicandro Garganico, Ischitella, Rodi Garganico, Vico del Gargano) e Golfo di Taranto (Ginosa e Castellaneta);

Ottiene 2 vele  la Costa della Puglia Imperiale (Margherita di Savoia, Giovinazzo, Trani, Bisceglie).

«La Guida Blu premia il lavoro delle Amministrazioni che hanno saputo valorizzare il nostro mare più bello, accanto a paesaggi incantevoli pregni di storia e cultura che rispondono a un turismo esperienziale fatto di scoperte del territorio e sempre meno stanziale. – ha commentato Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia – La Puglia continua ad andare a gonfie vele, terza dopo Sardegna e Sicilia. In questa edizione salgono a tre i comprensori turistici premiati, e a 42 le località costiere raccontate grazie alle new entry di Pulsano e Vernole».

I comprensori turistici riportati nella guida Il mare più bello 2019, 97 marini e 40 lacustri, sono stati individuati sulla base dei dati raccolti da Legambiente sulle caratteristiche delle qualità ambientali e di quelle dei servizi ricettivi: uso del suolo, degrado del paesaggio e biodiversità, attività turistiche, stato delle aree costiere, mobilità, energia, acqua e depurazione, rifiuti, iniziative per la sostenibilità, sicurezza alimentare e produzioni tipiche, mare, spiagge ed entroterra, struttura sociale e sanitaria.

In testa alla classifica c'è il Cilento Antico guidato da Pollica (Sa), la perla del Cilento e comune capofila tra quelli del comprensorio campano. A seguire il litorale della Maremma Toscana guidato da Castiglione della Pescaia (Gr), quindi la Baronia di Posada (Nu) e il Parco di Tepilora, il Litorale di Chia con Domus De Maria (Sud Sardegna), Baunei (Nu), l'Alto Salento Jonico guidato da Nardò (Le), la Planargia con Bosa (Or), la Costa d'Argento e l'Isola del Giglio (Gr), le Cinque Terre guidate da Vernazza (Sp), l'isola di Pantelleria (Tp), la Gallura Costiera e l'area marina protetta di Capo Testa Punta Falcone guidata da Santa Teresa di Gallura (Ss), la Costa del Mito e l'area marina protetta Coste degli Infreschi e della Masseta guidata da San Giovanni a Piro (Sa), l'Alto Salento Adriatico guidato da Melendugno (Le), la costa del Parco agrario degli Ulivi secolari guidata da Polignano a Mare (Ba), il Litorale Trapanese Nord guidato da San Vito lo Capo (Tp) e l'isola di Ustica (Pa). 

E quest'anno entra nella Guida il nuovo simbolo dei Comuni Plastic Free, che indica quelle Amministrazioni che hanno adottato misure per ridurre l'uso della plastica monouso nel proprio territorio. A tal proposito si ricorda l'iniziativa della Regione Puglia che bandisce la plastica monouso su tutti i suoi lidi.

Da quasi vent'anni "Il mare più bello", la Guida Blu di Legambiente e Toring Club Italiano, stimola e orienta le villeggiature di quanti preferiscono scegliere la propria meta estiva all'insegna della responsabilità e della qualità ambientale.

La guida raccoglie 44 tra le più belle zone balneari del nostro Paese offrendo al lettore un quadro su quanto di buono fanno le amministrazioni locali costiere lungo la nostra penisola per essere all'altezza delle sfide imposte dalla crisi ambientale planetaria. Tante pratiche concrete sulle quali cominciare a cambiare le sorti del Pianeta.

Trovate Il mare più bello, edita dal Touring Club Italiano in collaborazione con BCC Credito Cooperativo, in libreria – 19.90 Euro (256 pagine)

.

Articoli correlati

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy