Temi

Gli esiti della V.I.I.A.S. -valutazione integrata di impatto ambientale e sanitario - condotta sulla situazione emissiva reale nel 2015 dell'ex Ilva - che mostrano per Taranto un rischio sanitario fortemente diminuito rispetto al 2010, ma ancora non accettabile per i residenti nel quartiere Tamburi, confermano la necessità e l'urgenza di procedere ad una valutazione basata innanzitutto sugli attuali scenari emissivi che potrebbero differire da quelli del 2015 sia in ragione della effettuazione di alcuni degli interventi previsti dal Piano Ambientale in vigore, sia della maggiore vetustà degli impianti. Altrettanto urgente…
Spostare la fiscalità sulle fonti fossili, far pagare le rendite a danno dell'ambiente, spingere sempre di più economia circolare e fonti rinnovabili, disegnare misure ambientali che favoriscano i più vulnerabili, partire dalla chiave ambientale per aggredire le disuguaglianze.Queste, in estrema sintesi, le proposte green alla finanziaria 2020 presentate da Legambiente, in collaborazione con il Forum Disuguaglianze e Diversità (documento completo negli allegati)Già nel 2020 lo Stato potrebbe recuperare oltre un miliardo di euro e avviare una riforma della fiscalità per arrivare a muovere 50 miliardi di investimenti europei e nazionali…
Edizione italiana di Clean up the World, Puliamo il Mondo il è più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo. Portata in Italia nel 1993 da Legambiente, che ne ha assunto il ruolo di comitato organizzatore, è presente su tutto il territorio nazionale grazie all'instancabile lavoro di oltre 1.000 gruppi di "volontari dell'ambiente", che organizzano l'iniziativa a livello locale in collaborazione con associazioni, aziende, comitati e amministrazioni cittadine.Facendo seguito alla pulizia che, insieme, Legambiente, OPS - Osservatorio Permanente Salinella ed i volontari della Parrocchia Santa Famiglia, hanno realizzato lo scorso…
In tutto il mondo venerdì scorso milioni di ragazze e ragazzi hanno manifestato per chiedere azioni concrete che contrastino il cambiamento climatico in atto. Anche a Taranto si è svolta una grande e pacifica manifestazione che ha visto protagonisti migliaia di giovani.L'allarme è concreto e la sfida chiara: ci restano solo 12 anni per provare a mantenere le temperature entro la soglia di 1,5° rispetto ai livelli pre-industriali. Superarla anche solo di mezzo grado, secondo il rapporto dell'IPCC, significherebbe condannare tutto il mondo a inondazioni, siccità, estinzione di intere specie…
Mercoledì, 02 Ottobre 2019 12:50

Walk, Watch & Clean

Riprendiamoci la bellezza del nostro territorio liberandolo dal degrado e dell'abbandono.Domenica 6 ottobre a partire dalle 10,30 con gli amici di SiAmo Taranto percorreremo e ci prenderemo cura di un tratto di costa tra Tramontone e Mon Reve: un percorso meraviglioso vittima dell'inciviltà umana.Sarà una passeggiata (WALK) in uno di quei luoghi  che ci fa male vedere disseminati di immondizia  Una mattinata da passare insieme per osservare (WATCH)  il paesaggio che ci circonda, la sua bellezza e ciò che la offusca.  Lungo il tragitto libereremo l'area dai rifiuti abbandonati (CLEAN): un…
Questa estate proprio a Taranto, dalla Goletta Verde, Legambiente aveva lanciato un SOS CLIMA ricordando che Taranto non è soltanto la città simbolo dell'inquinamento industriale ma, con gli oltre 12 milioni di tonnellate di CO2 emesse in un anno in atmosfera, può considerarsi la Capitale d'Italia per le emissioni di gas serra. La responsabilità di questi numeri sta nel polo produttivo rappresentato dall'ex Ilva, dalla Raffineria Eni e dalle centrali termoelettriche.  Più in detttaglio:  l'ex Ilva con 6,3 milioni di tonnellate di CO2, le centrali termoelettriche del siderurgico con 4,9 milioni…

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy