Temi

Anche nell'anno che si è appena concluso, più volte si sono ripetuti a Taranto episodi di emissioni odorigene, indicatrici di ambienti insalubri, che hanno provocato forti fastidi (bruciori, gonfiori, nausea, mal di testa) e suscitato allarme tra i cittadini. Non si tratta di fatti eccezionali, ma di fenomeni che si ripetono con una certa frequenza e risultano addebitabili agli impianti presenti nell'area industriale del capoluogo jonico, in primo luogo allo stabilimento ENI.A questo proposito il 7 gennaio 2019 Legambiente ha inviato una nota al Presidente della Regione Puglia  Michele Emiliano ed al…
Nei giorni scorsi  Legambiente aveva segnalato al Comune di Taranto la presenza di amianto nei pressi del Cimitero di San Brunone, trasmettendo anche le foto che alcuni cittadini avevano inviato all'associazione. L'assessorato all'ambiente del  Comune, a seguito  della nostra segnalazione, ha effettuato una verifica e disposto un immediato intervento di bonifica a seguito del quale, secondo quanto riportato dalla stampa locale, sono stati raccolti ben 700 (settecento! ) chili di amianto mescolati a  44 quintali di altri rifiuti. Grazie alla tempestività dell'intervento - che ci fa piacere segnalare - sono stati…
Legambiente ha scritto oggi a Lakshmi N Mittal, amministratore delegato di Arcelor Mittal, e Matthieu Jehl, amministratore delegato di Arcelor Mittal Italia. Nella lettera, firmata da Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente, Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia, e Lunetta Franco, presidente di Legambiente Taranto, l'associazione chiede ai vertici dell'industria siderurgica di esprimersi sulla proposta di effettuare una valutazione preventiva dell'impatto ambientale e sanitario dello stabilimento di Taranto.Ne riportiamo di seguito il testo integrale.Gentilissimi,nel sito di Arcelor Mittal Italia, l'impegno dell'azienda per il territorio viene così definito:"Instaurare un dialogo aperto…
Quale testimone al processo "Ambiente svenduto" è stato ascoltato Leo Corvace, storico esponente di Legambiente: l'associazione si è infatti costituita parte civile nel processo, assistita dagli avvocati Eligio Curci e Ludovica Coda.Nel corso della sua deposizione Leo Corvace ha illustrato l'attività di Legambiente in rapporto all'intera procedura di AIA, evidenziando le responsabilità dei governi dell'epoca per i forti ritardi con cui è stata rilasciata l'AIA all'Ilva e le blande prescrizioni in esse contenute. L'AIA è stata rilasciata nel luglio 2011-  con circa tre anni di ritardo rispetto alla scadenza prevista…
Scarica dagli allegati il dossier Comuni Rinnovabili 2018 e troverai 100 storie dal territorio che raccontano il futuro dell'energia per l'Italia: esperienze virtuose e all'avanguardia per la capacità di soddisfare i fabbisogni energetici attraverso risorse energetiche locali, gestite attraverso reti e sistemi di accumulo nei piccoli comuni come nei grandi centri urbani di tutto lo Stivale, tra aziende agricole e università, condomini, ospedali o consorzi, tutti già pronti per affrontare il cambiamento energetico necessario per fermare i cambiamenti climatici.Si è aperta ieri a Katowice in Polonia la Conferenza sul Clima.…
Continua l'impegno di Legambiente a Taranto per rendere più bello  e accogliente il Parco del Mirto, a Paolo VI. Anche quest'anno, dopo l'esperienza dell'anno scorso e di due anni fa, insieme ai bambini dell'Istituto comprensivo Sandro Pertini, ai loro genitori e docenti, abbiamo messo a dimora diversi alberi, arbusti ed essenze aromatiche tipiche della macchia mediterranea.  Celebrare qui la Festa dell'Albero  è la testimonianza concreta di chi non si rassegna al degrado del territorio, agli atti di vandalismo, agli  incendi  che lo devastano e che hanno colpito anche il Parco del Mirto,…

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy