Rifiuti

Rifiuti

Essere protagonisti green, pronti a prendersi cura del Pianeta con azioni concrete a favore dell'ambiente. È questo lo spirito di Puliamo il Mondo, la famosa iniziativa internazionale di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente. L'evento, in programma il 26, 27, 28 settembre, coinvolge ogni anno migliaia di volontari di tutte le età per combattere il degrado e l'abbandono che appesantiscono la vivibilità di molte zone dei nostri centri urbani. Ripulire dai rifiuti abbandonati le vie, le piazze, i parchi cittadini, bonificare quelle piccole e odiose discariche abusive che nascono…
Prodotti termoacustici e di illuminotecnica realizzati usando la lana di pecora. Utensili dedicati alla piccola agric ltura familiare. Pitture rasanti e intonaci ricavati dalle sotto-lavorazioni del latte. Vengono dalla Sardegna alcuni degli esempi di utilizzo degli scarti per produrre materiali ecologici per l'edilizia.Sempre in Sardegna, a Porto Torres,  l'ENI ha realizzato una bioraffineria, sostituendo il vecchio petrochimico che produceva plastica dal petrolio: adesso, dagli scarti agricoli, si producono biolubrificanti e bioadditivi per la filiera dei cosmetici o dei pneumatici. Oppure si può andare a Vercelli dove dagli scarti agricoli si…
La birra di FestAmbiente Lavoro è stata la tarantina Bas. Servita in bicchieri usa e rendi LegambienteUna piccola buona pratica ...
Non ci saranno lattine a FestAmbiente Lavoro: vogliamo una festa RIFIUTI FREEFestAmbiente Lavoro sarà a basso impatto ambientale. Inoltre, aderisce alla campagna Azzero CO2 per compensare le emissioni prodotte, grazie a progetti di recupero forestale e la piantumazione di alberi.FestAmbiente Lavoro sarà OGM FREE per ribadire ancora una volta con forza un modello di agricoltura sostenibile e libero dalle coltivazioni geneticamente modificateA FestAmbiente Lavoro in piazza la Ciclofficina per riparare le proprie biciclette e 'rimettersi in sella' per le vie della città FestAmbienteLavoro: tante buone pratiche made in Taranto in Piazza…
L'ecotassa a Taranto non si pagherà: è questo il dato  collegato alla percentuale di raccolta differenziata di rifiuti raggiunta nella nostra città a giugno: il 17,7% stando alle cifre fornite dall'AMIU.   Lama - San Vito, in cui è attiva la raccolta "porta a porta", ha superato il 60 %.L'incremento di circa il 6% rispetto ai mesi precedenti è dovuto, complessivamente, soprattutto alle intese sottoscritte con istituzioni ed enti militari e con la grande distribuzione, alla raccolta di cartoni e imballaggi dagli esercizi commerciali, alla raccolta di imballaggi e rifiuti organici…
Ecco i dati percentuali della Raccolta Differenziata in Puglia nel 2014, pubblicati sul portale della Regione Puglia: Gennaio, 24.71%. , Febbraio, 25.21%. , Marzo, 26.66%. , Aprile, 26.59%. Cifre ancora insoddisfacenti (con molti comuni che non hanno ancora trasmesso i dati  di marzo e di aprile) che testimoniano di una crescita  lenta.E a Taranto? Gennaio11,49% , Febbraio 11,35% ....  Aprile 11,50%: Sul portale non ci sono ancora i dati di maggioSono comunque cifre bassissime, addirittura inferiori a quelle registrate nel 2013 dove si registrarono percentuali a gennaio del 13,97% e a febbraio del…

Articoli correlati

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy